Sovraesposizione

HONIRO

NEWS

Quattro chiacchiere con Denny Loe...

Home >> News >> Quattro chiacchiere con Denny Loe...

 
2018

09 APR

 
Quattro chiacchiere con Denny Loe...

Quattro chiacchiere con Denny Loe...


In occasione dell'uscita del suo nuovo singolo, "Marra e Guè", abbiamo contattato Denny Loe per scambiare quattro chiecchiere con lui. Buona lettura!

Ciao Denny Loe , presentati agli utenti di Honiro Journal
Ciao a tutti, sono Denny Loe, vivo a Torino da poco più di un anno ma ho sempre vissuto a Pomezia in provincia di Roma.

Quando e come è iniziato il tuo percorso musicale?
A 13 anni ho iniziato a scrivere le prime poesie e a seguire "involontariamente" il rap con MY NAME IS di Eminem. Dico INVOLONTARIAMENTE perchè non capivo in realtà la differenza con i vari generi perchè per me era musica. Ho cominciato a capire cosa fosse il rap con DENTRO ALLA SCATOLA di Mondo Marcio e di conseguenza ho visto come anche persone comuni come me potessero fare musica anche amatorialmente, nonostante non c'era la grande possibilità che c'è oggi di poter registrare. Ho pensato: "MA CHE FIGATA, DEVO FARLO ANCH'IO!". Ero timidissimo, non riuscivo a comunicare come avrei voluto. È stato un tuffo nel vuoto che però mi ha permesso di avere a che fare con delle parti di me che non pensavo esistessero: la determinazione e la cosiddetta "tigna". Quindi dal 2008, anno del primo singolo, ad oggi sono 10 anni che rappo.

Denny Loe aka The Wolf of Rome, una doppia personalità o semplicemente un aka?
The Wolf of Rome é nato da quando vivo a Torino per rimarcare il fatto che vengo dalla Capitale anche se in realtà ho vissuto sempre a Pomezia che è a circa 20 km da Roma. In realtà però ho questo immenso senso di appartenenza alla città eterna che per me è come se ci avessi sempre vissuto. Amo la sua storia, la sua cultura, la sua gente. Mi sento molto più romano di quelle persone che invece a Roma ci sono nate e cresciute eppure sento criticarla continuamente. Eppure anche quando ne emergono le sfaccettature spiacevoli io non riesco a vedere città più bella di Roma. Ecco quindi spiegato il mio AKA, quella parte che è sul palco ed ha voglia solo di sbranarlo e far capire che il suo territorio é invalicabile per la prossima ora o più. Denny Loe è al 101% quello che é nella vita, quello che racconta nei dischi.

Quante volte ti avranno fatto parallelismi con Salmo per via della maschera... è il tuo momento, rispondi a tutti!
Ormai è quasi noioso il continuo paragone ma fa parte del gioco. Come ho spiegato nella domanda precedente, la maschera che indosso è per onorare al meglio la città di Roma ed il suo simbolo che è "la Lupa".

Veniamo al singolo "Marra e Guè", un brano che riprende in chiave ironica il celeberrimo "Salvador Dali". Come è nato?
In realtà il pezzo è nato inizialmente come parodia giocando con il fatto che Marra ha paragonato la sua vita precedente a quella attuale con la frase MI ALZAVO PRESTO E SPOSTAVO BANCALI, ORA CHE SPOSTO SU CONTI BANCARI MENTRE CORREVO IN GIRONI INFERNALI SONO IMPAZZITO A DIPINGERE QUADRI… E per ridere con gli amici mi sono messo a dire MI ALZAVO PRESTO E SPOSTAVO BANCALI, ORA QUI SPOSTO ALTRE PEDANE UGUALI, MENTRE PASSAVO GIORNATE INFERNALI CAMBIANDO LE COLONNE VERTEBRALI
Da lì è nata l’idea che poi si è sviluppata in varie tematiche molto serie: il pezzo parla di tutto tranne che di Marra e Gue.
Il brano parla di lavoro, di percorsi di studio, di come nonostante tutto questo sacrificio (chiamasi gavetta, cosa sconosciuta a qualcuno) ci sia ancora la voglia dopo 10 anni di girarmi l’Italia per fare in modo che questo diventi il mio lavoro.



La canzone è estratta dal tuo “La Rosa di Jericho”, un mixtape molto variegato uscito per Kira Records. Convinci i nostri utenti a scaricarlo.
È gratis e quindi è già un motivo più che valido (a meno che non volete la copia fisica).
Scherzi a parte, é un disco molto personale che ti racconta vari viaggi dal più bello al più brutto ed hanno tutti un punto in comune: l'essere vero e me stesso al 100%. É pieno di contenuti e nelle "nuove leve" di oggi faccio fatica a trovarli, ma non ho trascurato anche la parte tecnica che per mi conosce sa che faccio sempre di tutto per farla risaltare al massimo (anche su questo sono estremamente metodico). Quindi scaricatelo su kirarecords.it nella sezione FREEDOWNLOAD e fatevi questo viaggione insieme a me.

Parlaci della collaborazione con Kira Records
Kira Records é una nuova realtá indipendente nata nel 2015. Appena mi ha contattato e mi ha mostrato la voglia di fare dei progetti interessanti e di voler crescere anche insieme a me ho accettato con immenso piacere. Ho esordito con SENIOR (che troverete come "bonus track" nel disco) prodotto da mio fratello Dj Exy che è un professionista in quello che fa con cui ho avuto il piacere di ritrovarlo all'interno dello stesso roster così come il mio fratellino Black Leo, che conosco dal 2011 ed ho potuto vedere la sua grande crescita nel tempo(tra l'altro andatevi a sentire il suo ultimo singolo CORVI sul canale Kira Records e compratelo su tutti i digital store, é una manata!).
Voglio anche fare i props ad un altro brotherino che è Sghembo e al team di Sorry Mama, studio di tatuaggi di Pomezia, che stanno curando tutte le nostre grafiche con dedizione e grande professionalitá.

Che differenza c'è, per un rapper, tra Roma e Torino?
A Torino probabilmente c'è molto più movimento a livello musicale e avendo relativamente vicino Milano e Genova che ogni mese organizzano live, contest ed eventi vari hai modo di poterti muovere più facilmente. Per un romano poi essere in una città diversa da Roma (almeno è quello che ho provato sulla mia pelle) in un certo senso è meglio. Non saprei, sarà l'accento che piace (il dialetto romano ormai si sa che è apprezzato in tutta Italia ahahahah) o che da quando sono qua ho avuto molte più possibilità di mettermi in mostra e di essere apprezzato per le mie qualità, come è successo a Milano quando ho vinto l'Honiro Rap Battle Night ed altri contest organizzati da altri che mi hanno permesso di poter portare la mia musica a Londra (battle organizzata dalla Flexin Events a Genova, Crazy Bull); fatto sta che rispetto a Torino, a Roma per un romano sei "uno dei tanti" che fa rap (nonostante io lo faccia da 10 anni) e vedo meno movimento.

Cosa ci dobbiamo aspettare da Denny Loe per il prossimo futuro?
Intanto a brevissimo avrò il piacere di annunciare la data d'uscita del il video che ho vinto al vostro contest e con questo chiuderò definitivamente con LA ROSA DI JERICHO che ho portato veramente ovunque e mi ha dato molta visibilità in giro. Dopodiché sto lavorando a dei featuring con dei ragazzi sparsi in tutto lo Stivale ma soprattutto ho in cantiere dei singoli con dei produttori molto forti nella scena. C'è in ballo anche il mio primo disco ufficiale. Ci sarà molto da lavorare ma avrete novità molto presto e non vedo l'ora d'iniziare questo nuovo percorso.

Saluti
Un saluto e un abbraccio a tutti quelli che mi seguono e mi apprezzano ed un grazie a voi per lo spazio.

 

COMMENTI