Connect with us

News

News | J-Ax direttore artistico ad Amici di Maria De Filippi con Emma, Nek ed Elisa

Pubblicato

il

 

La presenza di J-Ax come direttore artistico nella prossima edizione di Amici di Maria De Filippi sta facendo molto chiacchierare, da una parte troviamo il gradimento del pubblico del famoso programma televisivo, dall’altra una fetta di fans dell’artista che ha storto il naso per la sua scelta. 

 

Finite le esperienze a The Voice (con qualche polemica, leggi qui il nostro articolo) e Sorci Verdi, l’ex Articolo 31 ha accettato l’offerta di Mari De Filippi e sarà uno dei quattro giudici (si, anche Amici si è allineato ai vari The Voice, X Factor e Masterchef passando da due a quattro giudici) con Nek e le confermatissime Elisa ed Emma.

 

È lo stesso J-ax a voler spiegare il perchè della sua scelta con un comunicato apparso sulla sua pagina facebook :

 

«Amici è un programma enorme. Un programma che ha prodotto grandi successi della musica italiana. Voglio essere onesto con voi: 5 anni fa non avrei mai fatto questa scelta. Ma 5 anni fa non me l’avrebbero nemmeno offerta. Non sono un cantante pop e non sono "bravo" come i miei colleghi che saranno presenti in quello studio, ma ho voluto mettere in gioco i miei pregiudizi e rimettermi in gioco davanti all’Italia per l’ennesima volta perché, di solito, l’opinione di un signor nessuno della provincia come me non viene ascoltata, ma strangolata.

 

Amici mi ha invece offerto l’opportunità di portare la storia di noi ragazzi dati per sconfitti ancora prima del via al più vasto pubblico in Italia. Come avete visto è stata approvata qualche giorno fa una legge sulle “unioni civili”. Non è quello che la comunità LGBT, e gli italiani che capiscono che l’amore è uguale per tutti, volevano. Ma 5 anni fa una legge del genere non sarebbe stata possibile. Siamo arrivati a questo punto grazie al coraggio anche di icone pop come Tiziano Ferro. Forse a qualcuno sarà sembrata una “piccola cosa” il suo gesto, ma è dal pop che la società cambia. E sono convinto che per cambiare questo Paese sia necessario anche fare piccoli “inutili” passi, come contaminare programmi guardati dall’Italia vera, con l’opinione di noi freak, di noi folli, di noi chiamati strani o diversi.

 

So che c’è chi mi odierà per questa scelta, ma chi mi ama veramente non può non sapere che sono sempre stato fedele alla Maria»

Condividi sui social
Continua a leggere

Trending

Copyright Honiro.it 2018 | HONIRO SRL - P.iva : 12208631007 - Sede legale : Via del mandrione, 105 - 00181 Roma | Powered by Dam Company