Connect with us

Intervista

Debia senza filtri per i lettori di Honiro Journal

Pubblicato

il

Francesco in arte Debia. Sono nato il 15 aprile 1992 a Legnano vicino Milano, ho iniziato ad appassionarmi alla musica 3anni fa circa come modo per parlare visto che sono demofobico da qui il mio nome DEmofoBIA che prende spunto da questa paura. Non ho un’immagine sono io, io con la mia angioma sul viso cosi tanto criticata. Amo scrivere il mio genere è il pop e mi piace cantare mischiando la trap al pop con il rap come nel singolo “Scusa”. Ho voluto rifare il remix di “gridami ancora” per iniziare a tirare fuori progetti diversi come nello stile del brano ‘scusa’ mischiando appunto trap pop al rap.

Si presenta così Debia, ma noi abbiamo voluto farci quattro chiacchiere di persona…

Ti chiami Debia, so che il nome non nasce per caso, vuoi spiegarci il perchè hai scelto di chiamarti così?
Debia deriva da demofobia la fobia della folla ho semplicemente tolto “mofo” al centro , ho fatto della mia fobia il mio nome d’arte


Parlaci del tuo singolo “Scusa”, dove il pop si incontra con il mondo della trap e del rap.
Amo cantare e raccontare di me della mia vita e le relazioni che ho avuto nel corso della mia vita, ogni beat per me è un’emozione devi solo ascoltare il cuore e scrivere di quell’emozione, ma non ho una voce così angelica e mi sono chiesto come posso fare ad unire tutto quello che mi piace in un unico brano ? Da qui nasce “scusa”.

Abbiamo visto il video del tuo singolo “Gridami ancora” vuoi parlarci di come è nato e poi stato sviluppato il progetto di questo video?
“Gridami Ancora” in realtà è un brano già pubblicato si chiama “Brucia Ancora” è stato uno dei miei primi singoli, ma non ero soddisfatto di come il brano e il video sono usciti, nei video a me piace raccontare di quella storia, tutto deve avere una logica.Da qui nasce “gridami ancora” , come se rincominciassi da capo .. dopo questo brano farò uscire un nuovo singolo nel genere trap pop rap come scusa ma completamente diverso.

So che vieni spesso “giudicato” per il tuo angioma sul viso. Come vivi e affronti questa cosa?
Da bambino e da ragazzo venivo sempre messo da parte ero quello diverso e mi ricordo che mi mettevo sempre in un angolo ad ascoltare musica a scrivere rime a caso per sfogarmi.. Ormai mi sono creato un personaggio, per distrarmi dagli sguardi delle persone, da quando faccio musica mostro molto di più il mio lato destro, la musica mi fa sentire unico.. sono solo io e le mie parole

E ora, i prossimi passi di Debia?
Vorrei avere una famiglia ma lavorare comunque nel mondo della musica e raccontare di me.

Segui Debia su
Instagram
Spotify
YouTube

Condividi sui social
Continua a leggere

Trending

Copyright Honiro.it 2018 | HONIRO SRL - P.iva : 12208631007 - Sede legale : Via del mandrione, 105 - 00181 Roma | Powered by Dam Company