Connect with us

News

“Erba nei Jeans” è l’EP di esordio di Not Good

Pubblicato

il

È disponibile da venerdì 14 maggio “ERBA NEI JEANS” (Epic/Sony Music Italy), l’ep d’esordio di NOT GOOD, recente scoperta dell’hip hop italiano. 

La raccolta, disponibile in presave, si compone di 7 brani, di cui 5 inediti, e include “Mai più” feat. Emis Killa e Rizzo, fuori da venerdì 23 aprile, e “Killer” feat. Mostro, uscito a gennaio.

Tra le collaborazioni, anche quella con Fabri Fibra, il cui featuring è stato scelto da NOT GOOD per aprire la tracklist. 

“ERBA NEI JEANS” costituisce il biglietto da visita ufficiale di NOT GOOD, che fa il suo ingresso nel mercato discografico con un progetto che rispecchia perfettamente il percorso artistico che l’artista ha scelto di intraprendere sin dall’inizio: coerente, consapevole, frutto di perseveranza, impegno e dedizione. 

L’artista si muove con disinvoltura tra produzioni più latineggianti e beat più cupi, alternando brani più melodici e introspettivi a pezzi più energici e dirompenti, rendendo l’ep estremamente eterogeneo per contenuti e sonorità. La sua è una visione del mondo cruda, talvolta spietata, quasi disillusa, una lucida interpretazione della realtà vista con gli occhi di un ventenne che solo con la musica riesce a dar voce al caos di emozioni che lo travolgono: amore, rabbia, voglia di rivalsa, rimorso e rancore. 

«“ERBA NEI JEANS” è contemporaneamente la fine e l’inizio di un percorso. La fine perché racchiude i brani più importanti per me scritti in questo ultimo anno, l’inizio perché comincia a tracciare una direzione di intenzioni del mio percorso. – racconta NOT GOOD – L’ep spazia a 360° toccando diverse sonorità ma tenendo come denominatore comune una cosa sola: l’importanza delle parole. È il mio primo progetto ufficiale e al suo interno si parla di tutto, come in una grande discussione dove si intavolano svariati concetti senza mai rinunciare alle liriche o alla voglia di sperimentare».

Una partenza in quarta quella di NOT GOOD, che apre l’ep con il featuring energico con Fabri Fibra in “Non mi interessa”. Il brano è una denuncia dell’attualità, che passa per una critica alla scena che “è una scenata” e giunge al disinteresse rispetto ai giudizi altrui. Due generazioni di rapper che si incontrano e che, su un tappeto di suoni spinti e ritmati, raccontano il loro punto di vista con strofe taglienti come lame. 

La raccolta prosegue con “Tutti i tuoi nessuno”, in cui l’artista racconta la sua Milano portando avanti più storie parallele in continuo divenire durante la narrazione. Una base dark incornicia il testo, che viene scandito anche da synth particolari che contribuiscono alla creazione dell’immaginario del brano. 

Segue “Mai più”, un brano intenso da cui emergono la fame, la voglia di rivalsa e la determinazione che hanno permesso al rapper di andare avanti anche nei momenti in cui sembrava non ne valesse più la pena. Il flow inconfondibile di Emis Killa scorre incisivo sul beat, mentre il ritornello è affidato alla sensuale e limpida voce di Rizzo, perfetta per dare un tocco di femminilità al brano. 

Title track dalle sfumature pop è invece “Erba nei jeans”, un pezzo riflessivo che racconta un percorso di crescita e di vita, di come si può cambiare evolvendosi e lasciandosi alle spalle il passato.

Una critica al mondo del rap è quella che NOT GOOD non risparmia in “Supercar”, un brano il cui hip hop si districa su un mood più aggressivo. La sua è una presa di coscienza rispetto a ciò che comporta il successo, una considerazione lucida e ponderata sulle luci e sulle ombre che si celano dietro alla notorietà.

Cambio di registro in “Parole tristi”, che racconta invece di una storia d’amore e delle difficoltà nell’affrontare i sentimenti che ne scaturiscono. Un testo consapevole e struggente, triste come suggerisce il titolo. 

A dare una degna conclusione all’ep è “Killer” feat. Mostro, un brano con cui NOT GOOD esprime il disagio che prova rapportandosi al mondo che lo circonda. L’immagine del killer è una metafora per esprimere la rabbia, che però viene nascosta per non essere scoperta.

La produzione di “ERBA NEI JEANS” si avvale del contributo di alcuni dei più talentuosi beatmaker in circolazione, come 2nd RoofCrookersNebbiaNo LabelThe Caesars eThe Sweet Serenade, che con il loro sound hanno avvalorato l’ep esaltando ulteriormente il significato delle parole di NOT GOOD e conferendo all’intero lavoro ancora più qualità.

L’ep è pubblicato sotto il cappello di Hateful, la nuova “palestra di talenti” fondata e gestita interamente da Emis Killa che, insieme al manager Zanna, con cui collabora attivamente dal 2008, dà il via a un progetto nato per coltivare le nuove realtà e supportare i giovani artisti più promettenti dello scenario musicale attuale mettendo a disposizione il proprio know-how e la propria esperienza. Il rapper, icona dell’hip hop italiano, assume quindi il ruolo di guida che, con entusiasmo e spirito di squadra, mette il proprio bagaglio a disposizione degli altri. 

In poco meno di un anno NOT GOOD ha saputo imporsi con la sua musica, caratterizzata da uno stile cupo e da una scrittura tagliente, e ha suscitato l’attenzione dei più importanti nomi dell’hip hop italiano grazie al successo dei singoli “Qualche G”, uscito nel 2020, e “Killer” feat. Mostro, con cui ha dato il benvenuto al nuovo anno. Tra le icone del rap che hanno creduto in lui sin dall’inizio spicca Emis Killa, che ha deciso di inserirlo nella deluxe edition di “17” con “Il seme del male RMX”, brano con cui NOT GOOD ha acquisito sempre più credibilità e ha dimostrato ulteriormente di possedere l’estro e la personalità necessari per distinguersi dalla massa, diventando uno dei portavoce più talentuosi della nuova generazione hip hop. 

Condividi sui social

News

GALLAGHER: fuori ora il suo nuovo album “CELLA D’ORO”

Pubblicato

il

Sarà disponibile dal 5 luglio “Cella D’Oro”(Honiro Label) il nuovo album di Gallagher.

“Cella d’oro” è un disco che rimarca l’attitudine urban street e trap 2.0 che da sempre
contraddistingue il sound di Gallagher e il suo immaginario musicale. Come è infatti ormai
da tempo marchio di fabbrica della sua personalità artistica anche in questo nuovo
progetto l’artista si esprime con rime crude e dirette facendo arrivare all’ascoltatore barre
incisive su beat altrettanto potenti.

Gallagher, all’anagrafe Gabriele Magi, classe 1994 è conosciuto come un esponente della
trap/drill di nuova generazione. Il suo esordio al grande pubblico avviene grazie al singolo
“Magma Vulcano” che ad oggi ha totalizzato più di 6 milioni di streaming, affermandosi
così nel panorama musicale romano e non solo.

Nel suo percorso artistico collabora con producer italiani come Sick Luke e artisti
internazionali/multiplatino del calibro di Duki e Young Vene, rispettivamente nei singoli
“Luna” e “Mas”. Dopo i suoi due album “R1Q17” e “Sicariato” e successivamente alla
pubblicazione di una serie di singoli tra cui “Bullets” e “Immortale”, Gallagher è ora pronto
a rilasciare il suo nuovo album ufficiale “Cella D’oro” che ricalcherà il mood a cui il trapper
ha abituato il suo pubblico durante il suo percorso musicale.

Condividi sui social
Continua a leggere

News

“ECO” è il primo EP di SUSPECT CB

Pubblicato

il

“ECO” è il primo EP di SUSPECT CB, disponibile su tutte le principali piattaforme di streaming da venerdì 12 luglio per Capitol Records / Universal Music Italia.

Anticipato dal successo del singolo “Giorgia” con Ernia, brano che lo ha fatto conoscere e da “PRIMO MINISTRO” con Vale Pain“ECO” sancisce l’esordio ufficiale del rapper sulla scena.
L’artista, tra gli astri nascenti del panorama urban, si distingue per un flow unico che lo avvicina alle sonorità della drill, in un’inedita commistione di sonorità hip hop ed elementi che provengono dalla black music, esplorata in tante sfaccettature.

La parola scelta per il titolo richiama all’immaginario di una delle passioni di Suspect, la montagna ‐rievocata anche nella veste grafica del progetto‐ e ne cela il significato più ampio: con “eco” si intende l’insieme di tutte quelle sensazioni, idee, pensieri che rimbombano in testa e che vanno a costruire l’identità di ciascuno.

“ECO” nasce dall’esigenza di raccontare una parte di sé, 9 tracce che ripercorrono parte del vissuto di Suspect. Un biglietto da visita in cui per la prima volta il rapper decide di mostrare una parte più intima e personale che non aveva rivelato con i precedenti singoli: l’adolescenza vissuta in provincia, a Reggio Emilia, città che lo ha cresciuto e la centralità del suo quartiere nel suo percorso di crescita. Un luogo che è stato una casa ma al tempo stesso, nella lentezza e nella noia di un posto periferico, uno strumento di stimolo per cambiare le cose, uno spazio in cui esplorare e creare; ma anche il presente a Milano, la sua visione del mondo e le sue passioni, come quella per la montagna, un posto dove raccogliersi e da cui poter guardare la deformazione della società attuale.

Prodotto da ExA, con la partecipazione di Sixpm, Idua e Yazee, il disco ospita alcuni dei nomi più caldi del panorama: da pesi massimi della scena come Ernia e Vale Pain a nuove promesse come Flaco G, Nèza e 22simba, tutte le collaborazioni si inseriscono coerentemente sui brani, ciascuno contribuendo con strofe di sfogo, entrando nel viaggio di Suspect.

TRACKLIST

1. Parte di Me
2. Giorgia feat. Ernia
3. American Express
4. Drammi di Zona
5. Tornerò feat. 22simba
6. Una Notte da Leoni feat. Nèza
7. Primo Ministro feat. Vale Pain
8. Mare d’Inverno feat. Flaco G
9. Cassetta di Sicurezza

Condividi sui social
Continua a leggere

News

“STUPIDE ZANZARE” il nuovo singolo dei MANIFESTO

Pubblicato

il

Sarà disponibile dal 5 luglio su tutti i digital stores “Stupide Zanzare”(Honiro Label) il
nuovo singolo dei Manifesto.

“Stupide Zanzare” è un pezzo che segue l’immaginario narrativo e musicale di “Zecca”,
brano con cui i Manifesto sono arrivati alla fase degli Home Visit di XFactor 2023.

Il singolo vuole rappresentare una riflessione sulla società odierna e su tutti quei sistemi o
meccanismi che hanno a volte basato la loro sopravvivenza sul, metaforicamente,
prosciugare la “linfa vitale” dalle persone, esattamente come sono solite fare le zanzare.
Proprio ciò porta la società a vivere, molto spesso, la vita per inerzia. Nonostante questo
però, i Manifesto ci tengono a sottolineare l’importanza di apprezzare anche le piccole
cose, gli attimi più semplici che spesso tendiamo a lasciare in secondo piano,
raccontandoci come si possa, anche in situazioni difficili, imparare a scoprire e scorgere gli
aspetti positivi, le cose belle.

I manifesto sono un duo Indie Rock nato nel 2022 e composto da Alessandro Orfini (voce,
pianoforte e chitarra acustica) e Paco Imperiale (seconda voce e chitarra elettrica). Il
gruppo vuole portare nel panorama italiano attuale una rivisitazione di molti generi
musicali in una chiave fresca e positiva. Nel 2022 aprono il concerto dei Modena City
Ramblers al Revolution Camp e successivamente nel 2023 partecipano ad XFactor
arrivando alla fase degli Home Visit con l’inedito “Zecca” (che attualmente ha totalizzato
più di 370mila ascolti su Spotirfy). Il 2024 è l’anno del loro nuovo progetto musicale che
proseguirà la strada aperta dal brano “Zecca”, cercando di trattare temi sociali attuali. Il
nome Manifesto sta a sottolineare la volontà di lasciare un’impronta significativa: si
definiscono infatti “attivisti e attivisti con la voglia di attivare”.

Condividi sui social
Continua a leggere

Trending

Copyright Honiro.it 2018 | HONIRO SRL - P.iva : 12208631007 - Sede legale : Via del mandrione, 105 - 00181 Roma | Powered by Dam Company