Connect with us

News

Indra racconta “Sereno” ad Honiro Journal

Pubblicato

il

Indra ha raccontato a noi di Honiro Journal qualcosa di sé, della sua storia e del suo vissuto, svelandoci il significato di “Sereno”, il suo nuovo brano. Ci ha parlato di come si sia avvicinato alla musica e quali sia il messaggio che vuole mandare grazie a questo pezzo.

Ciao Indra! Presentati ai lettori di Honiro Journal
Salve a tutti lettori di Honiro! mi chiamo Cristian, ho quasi 21 anni e vengo da Parma. 

Ti andrebbe di raccontarci la storia del tuo nome d’arte, come è nato e perché lo hai scelto? 
Indra è il nome che ho scelto per la strada che ho deciso di percorrere. Indra è un’importante divinità della religione induista, significa “Signore” ed è a tutti gli effetti un Dio guerriero. Ma se le mie ragioni di scelta finissero qua, sarebbe una noia mortale. 

Indra infatti è un’entità iraconda, amante delle donne ed è solito ubriacarsi prima delle battaglie. Dopo le sue bevute spesso diventa violento e distrugge ogni cosa lo disturba ma, nonostante ciò è considerato una divinità saggia e viene ammirato e venerato da tantissimi credenti. È anche citato in Naruto, anime giapponese a cui sono particolarmente affezionato. Insomma, mi piace rispecchiarmi in lui, e mi piace pensare di condividere un carattere comune. Indra è colui che per natura va contro tutto ciò che è l’ordine, mi sembra l’essere perfetto quindi a cui ispirarsi per qualsiasi provocazione voglia scrivere nei testi delle mie canzoni. 

Come ti sei avvicinato al mondo della musica? Da che età hai iniziato a pensare di intraprendere questa strada? 
La musica mi ha sempre affascinato, e sono passato dal pensare di non poter mai riuscire a fare una canzone, al pensare invece di poterci provare, qualche anno fa, tra i 18 ed i 19 anni. Ci ho provato, mi sono piaciuti i risultati ed ho deciso di continuare. Facile no? 

Sappiamo che “Sereno” è il tuo nuovo singolo, come mai proprio questo titolo? 
“Sereno” è lo stato d’animo che mi sarebbe piaciuto avere nel periodo di scrittura della canzone. Dato che appunto stavano andando male diverse cose, dalla famiglia, ai primi approcci all’università e a un brutto due di picche ,ad infine il pessimo periodo di quarantena con cui si era costretti a convivere.

Da dove nasce questo brano? C’è stata un’ispirazione particolare? Cosa vuoi che racconti e che trasmetta a chi lo ascolta? 
Questo brano nasce quindi dalla mente di un ragazzo come tanti, stufo di tale periodo, che cerca di liberarsi come meglio può dalle situazioni prima citate. Mi piacerebbe che la mia canzone venga ascoltata immedesimandosi nella mia persona, cosa che penso non sia troppo difficile dato che tutti, chi piú gravi, chi meno gravi, abbia da affrontare dei problemi, delle difficoltà, soprattutto in questo periodo noioso. 

“Pian piano son sereno anche se qualcosa manca” In un momento così difficile come quello che ormai stiamo affrontando da tempo mancano molte cose e riuscire a trovare la serenità e un equilibrio è qualcosa di importante. Tu come ci riesci? Quanto aiuta la musica in questo periodo? 
Penso non sia facile essere completamente sereno. L’essere umano durante la vita si scontra continuamente con situazioni scomode, con dei problemi. E dove non ci sono, molto spesso arriva a crearseli. Io stesso non credo di aver raggiunto la completa serenità, ma ci sto lavorando. 

Sicuramente porsi degli obiettivi e cercare in tutti i modi di rispettarli può aiutare a distrarsi da tutto ciò che è fastidioso. Se ti poni appunto dei buoni obiettivi e fai le giuste scelte, piú avanti verrai sicuramente ripagato e ti sentirai piú sereno! La musica aiuta sempre, ma questo in qualsiasi situazione, esiste una playlist su Spotify per qualsiasi tuo stato d’animo. Se volete stare un po’ piú sereni, la mia canzone è quello che fa per voi! 

“Voglio andare sempre più lontano” ti andrebbe di anticipare a noi di Honiro Journal e ai nostri lettori i tuoi progetti futuri, dove ti piacerebbe arrivare?
Beh sicuramente sono in programma altre canzoni, non intendo fermarmi alla terza. Proverò a buttare fuori idee sempre piú elaborate e apprezzabili, si spera. Mi piacerebbe davvero trovare una strada da percorrere, migliorando e crescendo sempre di piú. Ovviamente mi auguro il meglio, tanta fortuna ed un futuro promettente, come penso faccia chiunque emergente nella mia situazione. Dopo tutto se non ci credi tu a quello che fai, chi ci deve credere per te?

Condividi sui social
Continua a leggere

Trending

Copyright Honiro.it 2018 | HONIRO SRL - P.iva : 12208631007 - Sede legale : Via del mandrione, 105 - 00181 Roma | Powered by Dam Company