Connect with us

News

LOLLOFLOW ci racconta il suo nuovo EP “Dejavù”: “Dobbiamo reimparare ad emozionarci”

Pubblicato

il

E’ disponibile dall’8 marzo su tutti i digital stores “Dejavù”, l’EP d’esordio del producer multiplatino LOLLOFLOW.

All’interno del progetto (che si compone di sette tracce di cui quattro inedite), LOLLOFLOW intreccia tra loro diversi fili emotivi, da quello dell’amore a quello dei sogni, da quello della solitudine a quello della speranza, dando così vita ad un progetto unico nel suo genere e trascinando l’ascoltatore in un vero e proprio viaggio introspettivo alla (ri)scoperta dei propri sentimenti.

Chi meglio di Lolloflow poteva raccontarci questo suo EP? Noi di Honiro Journal lo abbiamo intervistato!

Tra le tante sfumature emotive che compongono questo progetto, in questo EP emerge anche la necessità di raccontare un mondo ormai sempre più veloce, una società che cammina a ritmi sempre più frenetici e sostenuti. Mi piaceva quindi chiederti, in un periodo storico come questo dove ormai si fa molta difficoltà a soffermarsi o addirittura a vivere un determinato istante o una determinata emozione perché si deve fare subito altro, quali aspetti hai voluto immortalare, fotografare, far rimanere all’interno di questo progetto?

Ho voluto porre l’attenzione su come, all’interno di ogni canzone, ci siano dei sentimenti ben delineati. Ho puntato sul far emergere il più possibile le emozioni perché in un mondo dove viviamo continuamente “di corsa” spesso non riusciamo a fermarci ad analizzare gli aspetti forse più importanti della nostra vita, quelle cose di cui non possiamo fare a meno, come un sentimento. Penso che questi, a prescindere dai ritmi frenetici del giorno d’oggi, siano forse l’unico aspetto che rimarrà per sempre. Credo che la necessità di racchiudere proprio questa tematica all’interno della mia musica sia un modo per combattere il mondo estremamente freddo a cui stiamo andando incontro.

La focus track sottolinea un concetto molto bello e importante: sbagliare è umano. In questo mondo che cerca ormai tanto la perfezione, quanto invece è importante vivere in modo libero il fatto di sbagliare?

Credo che l’aspetto negativo degli sbagli sia proprio che non ci sono mai stati insegnati come qualcosa di positivo, non li abbiamo mai guardati da un’altra prospettiva. Nella società odierna manca un’educazione sotto tanti punti di vista, servirebbe più consapevolezza delle proprie emozioni. Sbagliare può essere una cosa estremamente positiva, è un campanello d’allarme, ti fa capire che sei arrivato a compiere quell’errore per un determinato motivo. Esistono tante sfaccettature dello sbaglio, eppure si tende sempre a demonizzarlo invece di accettarlo, comprenderlo, e sfruttare l’insegnamento per migliorarsi.

Tu stesso, sul tuo profilo Instagram, racconti che questo progetto scaturisce soprattutto dalla tua passione nei confronti della musica. Passione è una parola molto importante e con gran significato che però ultimamente si è un po’ persa, soprattutto tra i giovani. Si fanno le cose solo perché si devono fare e come dicevamo prima “scivola” un po’ tutto via. Quanto è importante vivere secondo te la musica, le relazioni, la vita in generale con passione?

È fondamentale. Mi piace dire che le emozioni, in particolare l’amore, smuovano tutto il mondo. Vivere quindi una vita priva di emozioni, con frivolezza, con sufficienza, penso non darà mai la possibilità di apprezzare nel giusto modo qualsiasi cosa, anche le più piccole. Credo anche che spesso si tenda a non affrontare questo discorso o comunque ad arginarlo, e penso anche che questo causerà non pochi problemi: i giovani sono sempre meno empatici, sempre più inclini alla violenza, focalizzati su aspetti superflui della vita, come i soldi. Tutto ciò è semplicemente il prodotto di una società che non premia l’arte, la passione e molte altre cose. Questo EP vuole proprio essere un manifesto a riguardo, un voler far tornare di moda gli aspetti veramente importanti della vita, come riuscire ad emozionarsi.

Restare senza sogni non mi sembra un successo”
I sogni sono forse una delle cose che tiene maggiormente in vita le persone, eppure, purtroppo ultimamente sembra che molti giovani abbiano disimparato a sognare. Che consiglio daresti ai ragazzi per riavvicinarsi ai sogni?

Ciò che dico sempre è che bisogna lavorare molto sulla propria persona, emozionarsi (o comunque imparare ad emozionarsi) non è qualcosa di scontato, si deve cercare di essere una persona migliore, anche nei confronti degli altri. Questi sono discorsi su cui bisognerebbe porre maggiore attenzione, il fatto che i giovani di oggi abbiano disimparato a sognare toglie molto valore alla loro vita che invece, come accennavamo prima, inizia a vertere sempre più su cose asettiche. Questo distruggerà intere generazioni, convincendole che nella vita si debba solo “arrivare”.

Conta i numeri sopra Spotify, però adesso qua intorno chi c’è?”
C’è un aspetto della solitudine che aiuta nel tuo lato creativo?

Come mi piace ripetere, una volta che inizi a rapportarti con la solitudine, poi inevitabilmente non ne fai più a meno. Se sei capace di stare bene con te stesso e di vivere la tua vita sapendoti emozionare anche da solo, allora saprai stare bene anche con gli altri. La solitudine mi ha aiutato davvero tantissimo a livello artistico, soprattutto per quanto riguarda l’approcciarmi nella maniera che io ritenevo opportuna alla mia musica. In studio prende quindi vita un vero e proprio viaggio introspettivo.

Solitamente prima di concludere un’intervista chiedo sempre se c’è qualcosa che non ti ho chiesto (riguardo la tua musica, tu stesso, il tuo progetto artistico…) che però ci terresti a far sapere ai nostri lettori

Il titolo dell’EP, “Dejavù” deriva dalla mia volontà di descrivere in ogni canzone un sentimento ben preciso, la mia speranza è che la gente riveda se stessa, proprio come fosse un Dejavù, all’interno delle canzoni e che possa così rivivere quella sensazione che fa parte del passato della sua vita.

Condividi sui social
Continua a leggere

News

“Il tuo nome” è il nuovo singolo di SINA

Pubblicato

il

“Il Tuo Nome” è il nuovo singolo di SINA, disponibile su tutte le piattaforme digitali a partire da mercoledì 24 aprile per Island Records/Universal Music Italia.

Sina torna con un nuovo singolo, un brano dalla forte impronta elettronica capace di valorizzare e far emergere nuove sfumature della sua vocalità graffiante.
“Il Tuo Nome” mette al centro la difficoltà di comunicare, il silenzio che resta dopo un abbandono e la volontà di ricominciare a mettersi in gioco in seguito a una delusione. L’artista parte dal suo vissuto personale creando un susseguirsi di immagini sospese tra poeticità e malinconia in grado di trasmettere la sensazione di vuoto dovuta alla fine di un amore.

“Ho cercato il senso del malessere che stavo vivendo e l’ho trovato nel silenzio e nella solitudine. In questo brano volevo parlare della difficoltà che si ha nel riaprirsi, nel comunicare, nel reimparare a rapportarsi e a vivere le situazioni con una ritrovata leggerezza.”

In occasione dell’uscita del nuovo singolo Sina ha organizzato uno speciale incontro con i suoi fan martedì 23 aprile a partire dalle ore 18.00 presso Malaga Sin City Bar a Milano, un vero e proprio appuntamento con lo scopo di creare connessioni dal vivo. Grazie ad uno spazio riservato sarà possibile partecipare a speed date per conoscere e legare con persone nuove.

Condividi sui social
Continua a leggere

News

OVERSOUND MUSIC FESTIVAL 2024: SVELATA LA LINE-UP! Geolier, Irama, Salmo & Noyz, Il Tre e tanti altri

Pubblicato

il

Oversound Music Festival, giunto alla sua quarta edizione, ritorna nelle affascinanti location di Puglia e Campania con i più amati artisti del panorama musicale italiano: Alex BrittiBiagio AntonacciNaskaIl TreLa SadIramaAchille LauroSalmo & NoyzGazzelleThe KolorsGeolier, MahmoodAntonello VendittiErmal MetaTommaso ParadisoWillie PeyoteDeejayTime (Albertino, Fargetta, Molella, Prezioso). Per un totale di 18 eventi di musica live, Oversound Music Festival si riconferma un esplosivo collettore di generi musicali: dal cantautorato al rap e dal pop alla dance, pronto ad accogliere in perfetto stile fusion i più disparati appassionati di musica, per un’estate dal sound bollente e vibrante.

Oversound Music Festival nasce dall’esperienza pluriennale di PM Eventi nella produzione e organizzazione di grandi eventi live, nel panorama nazionale e internazionale.” – dichiara Salvatore Pagano, Amministratore Delegato PM Eventi S.r.l. – “Il format nasce in  Puglia nel 2021 dall’esigenza di promuovere la bellezza del territorio e il suo sviluppo turistico. Nel 2023 abbiamo raggiunto anche Basilicata e Campania, così oggi possiamo affermare che Oversound Music Festival sia diventato il Festival di riferimento di grandi eventi live in Sud Italia. La crescita è esponenziale, basti pensare ad una utenza di 80.000 persone previste quest’anno, rispetto alle 20.000 del 2021. Un dato che ci rende molto orgogliosi.” – conclude.

IL CALENDARIO COMPLETO

ALEX BRITTI 14 LUGLIO 2024 – BARLETTA – Fossato del Castello
BIAGIO ANTONACCI 26 – 27 LUGLIO 2024 – BARLETTA – Fossato del Castello
NASKA 26 LUGLIO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
IL TRE 27 LUGLIO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
LA SAD 30 LUGLIO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
IRAMA 31 LUGLIO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
ACHILLE LAURO 01 AGOSTO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
SALMO & NOYZ 03 AGOSTO 2024 – PAESTUM (SA) – Planet Arena
GAZZELLE 07 AGOSTO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
THE KOLORS 10 AGOSTO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
GEOLIER12 AGOSTO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar


MAHMOOD 18 AGOSTO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
ANTONELLO VENDITTI 18 AGOSTO 2024 – PAESTUM (SA) – Planet Arena
ANTONELLO VENDITTI 20 AGOSTO 2024 – LECCE – Piazza Libertini
ERMAL META 21 AGOSTO 2024 – LECCE – Piazza Libertini
TOMMASO PARADISO 21 AGOSTO 2024 – PAESTUM (SA) – Planet Arena
WILLIE PEYOTE 21 AGOSTO 2024 – GALLIPOLI (LE) – Parco Gondar
TOMMASO PARADISO 22 AGOSTO 2024 – MOLFETTA (BA) -Banchina San Domenico
DEEJAYTIME (Albertino, Fargetta, Molella, Prezioso) 24 AGOSTO 2024 – MOLFETTA (BA) – Banchina San Domenico

Prevendite disponibili online sui circuiti TicketOneVivaticket e TicketSms

Condividi sui social
Continua a leggere

News

Nuovo Album per PAPA V! In arrivo “TRAP FATTA BENE”

Pubblicato

il

Il rapper PAPA V annuncia il nuovo atteso album “TRAP FATTA BENE”, in uscita venerdì 19 aprile per Columbia Records / Sony Music Italia in digitale e in fisico -nel formato CD autografato in tiratura limitata in esclusiva per Sony Music Store-.

Dopo avere totalizzato oltre 30 milioni di streaming e views sulle piattaforme e reduce dal successo dei singoli Mattone (con Kuremino e Nerissima Serpe), “Walter White” e “Non La Sopporto” (con Artie 5ive) che hanno conquistato le classifiche di streaming andando virali, il rapper annuncia il suo secondo album ufficiale, un progetto che già dal titolo lascia intuire un chiaro manifesto della sua estetica: cruda, ironica, tagliente e dissacratoria, la penna di PAPA V -tra i talenti più promettenti della nuova scena- promette di essere un viaggio attraverso le sfumature più audaci del genere.

Tra gli artisti che stanno lasciando un segno negli ultimi anni, l’artista si è distinto per la capacità di trovare un nuovo lessico, una nuova attitudine e immaginario che non scende a compromessi, un ritorno ai valori originali dell’hip hop.

Condividi sui social
Continua a leggere

Trending

Copyright Honiro.it 2018 | HONIRO SRL - P.iva : 12208631007 - Sede legale : Via del mandrione, 105 - 00181 Roma | Powered by Dam Company