Connect with us

News

Neima Ezza & Baby Gang arrestati per rapina

Pubblicato

il

Baby Gang e Neima Ezza sono stati arrestati perché ritenuti responsabili di aver commesso quattro rapire tra Milano e Vignate.

Gli arresti sono avvenuti nella giornata di mercoledì 19 gennaio e le indagini sono state svolte dall’Ufficio Prevenzione generale della questura di Milano e dai militari della compagnia Carabinieri di Piotello.

Tre dei fatti nei quali i Neima Ezza e Baby Gang sono ritenuti coinvolti hanno avuto luogo a Milano, precisamente in Piazza Vetra e alle Colonne di San Lorenzo otto mesi fa, nel maggio del 2021. Il modus operandi per i primi tre episodi risulta simile. Le vittime, tra i 19 e i 23 anni, dopo essere state avvicinate con pretesti come richieste di informazioni o altro, venivano colpite e in seguito derubate delle catenine d’oro che portavano al collo. 

Il quarto episodio invece, è accaduto un paio di mesi dopo, a luglio 2021 a Vignate. Qui un ragazzo è stato derubato di denaro, auricolari e anche delle chiavi dell’auto in modo che non potesse seguire i rapinatori dopo l’accaduto.

Per risalire all’inizio di tutto però, bisogna tornare al 10 aprile 2021, quando la Polizia di Stato ha denunciato Neima Ezza per aver promosso senza opportuno preavviso un raduno di centinaia di persone in luogo pubblico. Presente all’occasione anche Baby Gang, in Piazzale Selinunte si erano intatti riuniti circa 300 giovani in età compresa tra i 16 e i 20 anni per realizzare un videoclip musicale del rapper. La situazione però, si è trasformata presto in una guerriglia dove i partecipanti del raduno avevano iniziato a lanciare sassi, bastoni e bottiglie contro le forze dell’ordine intervenute sul posto dopo l’avviso da parte degli abitanti del quartiere.

Secondo gli investigatori che nel periodo si stavano occupando della vicenda, la chiamata generale era partita proprio il giorno prima della realizzazione del video dai profili Instagram legati all’artista

Neima Ezza

E’ un giovane rapper di 20 anni. Nei suoi brani racconta la sua storia, quella della sua famiglia e del suo quartiere, fatto di case popolari, grandi spazi abbandonati e infiniti androni. Le strofe descrivono la sua routine quotidiana, dove lo sfondo reale è il quartiere e le persone che lo abitano. Dopo una serie di singoli, firma con Sony Music Italy. L’artista pubblica l’ep “Perif”, che rappresenta uno step successivo e un vero e proprio manifesto della sua vita in periferia. Con questo punta i riflettori su angoli di Milano dimenticati, tra i quartieri di San Siro e Baggi. Seguono i singoli “Amico” (prod. Big Fish) e “Block” che confermano un percorso estremamente legato al tessuto sociale e alla realtà che lo circonda. 

Baby Gang

E’ un rapper italiano classe 2001, nato a Lecco. A soli 15 anni si ritrova ad entrare e uscire da diverse carceri minorili in giro per l’Italia, confrontandosi con diverse realtà durissime. È proprio qui che sviluppa la sua passione per la musica. Poco più di due anni fa, quando si trovava ancora nel carcere minorile Beccaria di Milano, fa uscire il suo primo pezzo “Street”. Poi “Cella 1”, che in pochissimo tempo gli permette di farsi conoscere ad un pubblico più vasto, fino agli ultimi singoli “Bimbi Soldato” feat. Sacky, “Cella 2”, “Baby”, “Treni” feat. Il Ghost. Il 14 maggio 2021 pubblica il suo primo progetto discografico, intitolato “EP1”.

Condividi sui social

News

Karakaz fuori con il singolo “Io”

Pubblicato

il

Esce venerdì 1° marzo “IO”, il nuovo singolo di Karakaz disponibile su tutte le piattaforme digitali per Sony Music / Epic.

Dopo i singoli “Essenza Nucleo” e “Teatro dell’Assurdo” l’artista torna con una traccia dirompente che definisce “brutalmente poetica”: “IO” è un urlo di ribellione, una presa di posizione nei confronti di se stesso e della società in cui viviamo che nasce dall’urgenza di mettersi a nudo.
Un flusso di coscienza attraverso cui Karakaz ricerca la lucidità di rivelare la sua essenza, un istinto primordiale che irrompe nella sua furia e aggressività.

La strumentale accompagna l’attitudine della voce, un treno ad altissima velocità trainato dal testo sincero e diretto dell’artista?
“Come si reagisce all’obbligo di introspezione che la società ci richiede? Quali e quanti aggettivi servono per far capire all’esterno le nostre caratteristiche? Sono più importanti le cose che facciamo o le cose che diciamo, o meglio ancora quelle che pensiamo? Ma noi siamo quello le cose che siamo? Che facciamo? Che NON diciamo? A volte non lo sappiamo e per la maggior parte delle volte fingiamo? Tante sono le domande che mi sono posto per scrivere questa canzone. IO esprime l’insoddisfazione, la paura del futuro e di non fare o essere mai abbastanza. A volte credersi vittima e lamentarsi è la soluzione più semplice per non affrontare i problemi.”

Condividi sui social
Continua a leggere

News

Rosa Chemical: Blackout è il nuovo singolo

Pubblicato

il

“BLACKOUT” è il nuovo singolo di ROSA CHEMICAL, disponibile su tutte le principali piattaforme digitali e in rotazione radiofonica da venerdì 1° marzo per Capitol Records / Universal Music Italia.

Presentato in anteprima sul palco di Piazza Colombo nella seconda serata della 74esima edizione del Festival di Sanremo, il brano torna a stupire il pubblico di Rosa, che torna dopo quasi un anno di silenzio con una traccia dalla forte impronta melodica e cantautorale: una ballad emotiva che rievoca il romanticismo nichilista di una storia, indagando le zone di contatto tra amore e dipendenza, una canzone senza tempo resa attuale dall’immaginario estremamente contemporaneo del cantante. “BLACKOUT” evidenzia le capacita liriche dell’artista che, in questo brano, tratta il tema dell’amore in maniera mai scontata e banale grazie a metafore e ad un linguaggio che lo rendono estremamente riconoscibile in qualsiasi genere scelga di affrontare.

Rosa Chemical ancora una volta si dimostra un artista poliedrico e imprevedibile capace di raccontarsi attraverso la musica in tutte le sue sfumature. “BLACKOUT” svela, infatti, un lato dell’artista e performer ancora poco conosciuto al grande pubblico, un’attitudine più intima e introspettiva.

“In passato ho spesso affrontato nelle mie canzoni temi che mi stavano – e tuttora mi stanno – molto a cuore ma oggi sento il bisogno di tornare a parlare solo di me e di mostrarmi senza barriere, attraverso la musica. “Blackout” è una ballad dark e travolgente racconta la storia di un ultimo ballo tra due innamorati che, prima di lasciarsi, si riavvicinano per l’ultima volta. Si respira una costante metafora tra amore e dipendenza: il sentimento diventa una droga e la soggezione a questa diventa l’unica cosa desiderata. Alla fine, quando le luci si spengono, sentiamo che possiamo essere finalmente sinceri – se sai che non ti rivedrai mai più tanto vale dirsi tutto, no? ”

Condividi sui social
Continua a leggere

News

Dopo la pubblicazione del suo singolo d’esordio “LOGICO”, PAOLA PIZZINO torna con “FAVOLE”

Pubblicato

il

Paola Pizzino è tornata giovedì 22 febbraio su tutti i digital stores con “FAVOLE” il suo nuovo singolo per Macro Beats e distribuito da Artist First.

Prodotto da gheesa e Macro Marco, “FAVOLE” di Paola Pizzino dimostra come l’artista si immerga in modo estremamente personale e distintivo nell’universo R&B e come incida in musica il suo tratto stilistico ormai riconoscibile caratterizzato dalla combinazione di un beat ritmato ed energico ad un testo riflessivo, dipingendo così un singolo che non perde mai quella modernità a cui il mondo musicale attuale non può rinunciare.

Anche in questo brano, Paola Pizzino mantiene viva la matrice d’autenticità che l’ha accompagnata nel suo pezzo d’esordio “Logico” uscito il 14 dicembre. Ma, oltre alla logica e alla razionalità, questa volta subentra anche l’istinto nell’immaginario narrativo della musica dell’artista. Ed è forse proprio questa spontaneità a suggerirci che, a volte, le favole possano veramente diventare realtà.

Fin dal primo ascolto infatti, “FAVOLE” si dimostra un singolo in grado di combinare la propria maturità e la propria ragione alla speranza tipica del nostro bambino interiore di voler realizzare i propri sogni. Ed è forse proprio questo aspetto, questa parte bambina di noi che spesso, da cresciuti, abbiamo smesso di esplorare, ad aver sempre avuto e conservato un coraggio da grande.

In poche parole, potremmo dire che “FAVOLE” sia un brano estremamente intimo con cui Paola Pizzino ha scelto di raccontare come troppe volte ci ritroviamo in balia di un “cuore di pietra che non crede all’impossibile”, comunicando quindi al suo pubblico come, a volte, dovremmo avere il coraggio di rincorrere ed esaudire ciò che nella nostra mente è ancora etichettato in un cassetto del nostro futuro come una favola irrealizzabile.

Condividi sui social
Continua a leggere

Trending

Copyright Honiro.it 2018 | HONIRO SRL - P.iva : 12208631007 - Sede legale : Via del mandrione, 105 - 00181 Roma | Powered by Dam Company